06 Agosto 2020

Solo i rigori fermano gli Esordienti al " Costa Gaia " e consegnano il trofeo alla Torpedo Mosca

07-01-2016 09:32 - News Storiche
Si ferma solo davanti a undici metri maledetti il sogno della nostra formazione Esordienti, impegnata ieri ad Alcamo contro i russi della Torpedo Mosca nella finale della categoria principe del Trofeo “ Costa Gaia “, quella appunto degli Esordienti 2003.
Le due formazioni si affrontano al “ Lelio Catella “ e arrivano alla gara prestigiosa attraverso due triangolari di semifinale, con i ragazzi di Totò Tedesco che al Pisani battono ai rigori il Calcio Sicilia e con un netto 2 a 0 la Stella D’ Oriente, vera sorpresa della manifestazione; i russi in semifinale sconfiggono la Ludos Alcamo e la Segato di Reggio Calabria, in un triangolare condizionato da qualche decisione arbitrale che, a detta di qualcuno, favorisce la formazione moscovita.
Davanti ad un folto pubblico di genitori e ad un altrettanto folto parterre di osservatori, la finale degli Esordienti è la prima di una lunga serie di finali, che coinvolgono le categorie sino ai Pulcini 2007.
Si gioca su un campo in erba naturale e questo sicuramente non giova allo spettacolo, le due squadre arrivano all’atto finale dopo una serie interminabile di gare giocate in pochi giorni e il terreno pesante non è certo una panacea per i ragazzini che non sono per niente abituati a giocare su un terreno del genere.
Due tempi da 20 minuti ciascuno decreteranno la formazione che scriverà il proprio nome nel prestigioso albo d’oro della manifestazione e l’emozione si nota negli occhi dei ragazzi, tutti tesissimi e particolarmente emozionati: piccola nota a margine, l’emozione la vedo anche negli occhi di un Totò Tedesco che da queste parti ha lasciato un ottimo ricordo, confermato dagli abbracci e dalle manifestazioni di affetto di tanti tifosi della locale formazione che oggi disputa il campionato di Eccellenza: alzare il Trofeo in questo stadio credo sia un piccolo premio per un uomo che al calcio forse ha dato più di quanto ha ricevuto….vero Totò?
Pronti, via e i ragazzi danno subito l’impressione di non soffrire l’importanza della posta in palio, giocano bene e forse i russi della Torpedo rimangono un po’ sorpresi dal nostro atteggiamento, li pressiamo alti e ripartiamo bene, con Bonomo e Passantino che a centrocampo fanno il bello e il cattivo tempo, pronti ad innescare un Andolina che oggi, come durante tutta la manifestazione, interpreta al meglio il ruolo di punta centrale, nonostante la marcatura stretta da parte di uno dei due difensori centrali russi, entrambi fisicamente ben messi. Di lì a poco arrivano le prime occasioni, su angolo di Taormina è Cancellieri che manca di un nulla l’appuntamento con l’inzuccata vincente, poi su punizione Taormina trova pronto il portiere ospite e poco dopo è ancora il portiere moscovita a dire di no ad un tiro dalla lunga distanza di Privolizzi; le scorribande di Spitaleri da un lato e di Zangara dall’altro mettono in chiara difficoltà una difesa ospite che appare forte si ma molto statica, con i nostri che la infilano sovente in velocità.
La prima frazione si chiude sullo 0 a 0 ma i rimpianti sono tutti per la nostra formazione, che inizia la ripresa con lo stesso piglio, e si rende pericolosa con la solita incursione di Spitaleri, il cross trova Zangara spalle alla porta, la trattenuta appare netta ma il direttore di gara sorvola…....dopo pochi minuti i ragazzi vanno anche in rete con Andolina, ma il gol viene annullato per una trattenuta dello stesso Andolina sul difensore russo; insomma della formazione moscovita non ricordo un solo tiro pericoloso verso la porta difesa da D’ Amico, ben protetto da Cancellieri e Privolizzi, che non sbagliano un solo intervento.
La gara si incanala sul risultato ad occhiali ma a una manciata di minuti dalla fine l’episodio che potrebbe dare una svolta alla gara è di quelli che fa discutere e che si può vedere in foto, grazie alle immagini catturate in diretta: Bonomo lancia Andolina che, dopo un corpo a corpo con il difensore russo sta per liberare il destro, ma viene fermato in modo rude: la scivolata del difensore manda a terra il nostro attaccante e il rigore sembra sacrosanto, ma anche stavolta il direttore di gara invita a continuare, forse condizionato dal fatto che alla fine manca davvero pochissimo…scatenando le proteste della nostra formazione ma anche del pubblico presente, e non solo del “ nostro “ pubblico ma anche di chi assisteva in maniera neutrale alla finale di una manifestazione importante: si mastica amaro e si va sul dischetto, su quel dischetto che in questa manifestazione per i nostri colori è stato maledetto, negando ben due finali con le categorie 2005 e 2007….
Da quel dischetto maledetto sbagliano tutti i nostri ragazzi, consegnando il Trofeo ai russi, che sono più freddi ( naturalmente…..!!!! ) e che alla fine festeggiano una vittoria sulla quale neanche loro stessi, dopo il primo tempo, avrebbero scommesso.
Ai nostri ragazzi rimane la magra soddisfazione di avere strameritato la vittoria nei due tempi disputati, qualche lacrima bagna il viso dei ragazzi e, a essere sincero anche quello di chi scrive, perché perdere così fa male davvero, e la superiorità dimostrata in campo avrebbe dovuto essere premiata da una vittoria che sembrava sacrosanta ma….tant’è…il calcio è bello per questo, e anche in questo caso lo dimostra, la soddisfazione sono gli unanimi consensi ricevuti da tutti gli addetti ai lavori presenti, pronti a complimentarsi con una formazione, la nostra, che anche stavolta ha dato spettacolo….bravi ragazzi mi avete commosso e in campo ho visto una squadra vera, un gruppo di uomini più che di ragazzini, di quelli che autorizzano a ben sperare e questa considerazione vale moltissimo, forse più di qualsiasi vittoria.


Fonte: Salvo De Lisi

-
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
I miei dati personali saranno trattati dalla società A.S.D. Sport Village Tommaso Natale, titolare del trattamento, con Sede in Palermo, Via Aiace, 101 - Tel. 0916912108.
Potrò contattare la A.S.D. Sport Village Tommaso Natale per conoscere il nominativo dei responsabili del trattamento e degli incaricati.
I diritti di accesso ai dati previsti dall´articolo 7 del D.Lgs. 196/2003, fra cui il diritto di ottenere l´aggiornamento, la modifica e la cancellazione dei miei dati o il diritto di oppormi al loro trattamento potranno essere da me esercitati presso ognuno dei soggetti indicati.
Acconsento al trattamento dei miei dati personali, da me rilasciati nella scheda di registrazione o durante l´uso dei servizi, sia in forma manuale sia in forma automatizzata da parte del titolare e dei responsabili del trattamento medesimo. Riconosco che tale consenso è necessario per usufruire di tutti i servizi offerti sul Sito della A.S.D. Sport Village Tommaso Natale. Acconsento a che i miei dati siano comunicati dal titolare e dai responsabili agli incaricati preposti alle operazioni di trattamento finalizzate alla raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, consultazione ed elaborazione dei dati.
Il trattamento non avrà, comunque, ad oggetto dati sensibili, come definiti dalla legge.
Prendo atto che in difetto del consenso a tali forme di trattamento dei dati, la procedura di registrazione non potrà essere completata nè potrò usufruire di determinati servizi.
I dati essenziali e indispensabili per il suddetto fine sono nome, cognome, ed e-mail. Il mancato conferimento dei restanti dati presenti sulla scheda non pregiudica la procedura di registrazione.
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio