06 Agosto 2020

Allievi, che rimonta....

21-01-2013 08:52 - News Storiche
In una gara dai toni e dalle sensazioni forti gli Allievi riescono nell´ impresa di ribaltare lo 0 a 3 maturato sino al 10 ° minuto della ripresa a vantaggio del Real Ribera, sceso al Santocanale determinato e agguerito. Precisiamo subito che la direzione arbitrale condiziona in maniera pesante l´ atmosfera all´ interno del terreno di gioco, con la gara che invece, affidata ad un direttore di gara all´ altezza, sarebbe stata davvero memorabile ma... andiamo con ordine: pronti via e gli ospiti passano due volte, prima battendo una punizione con la palla in movimento ( primo errore del direttore di gara.. ), che sorprende colpevolmente la nostra difesa e poi trasformando un rigore ( netto, per carità...) assegnato per un fallo commesso da Enna. Il 2 a 0 galvanizza gli ospiti che sono più tonici e arrivano sempre prima su ogni pallone, con una grinta e una determinazione che non lasciano spazio ai nostri, costretti a provare iniziative personali per scardinare l´ attenta retroguardia avversaria. La perla del direttore di gara però è in agguato: la verticalizzazione dei ragazzi è perfetta e mette La Fata davanti il portiere ospite, il fallo dell´estremo riberese è netto, tanto quanto quello commesso dal nostro difensore in precedenza e comporterebbe non solo l´assegnazione del rigore ma anche l´automatica espulsione del portiere, per netto fallo da ultimo uomo ma....nulla viene assegnato fra le vibranti proteste di giocatori, panchina e pubblico di casa. Finisce la prima frazione con il 2 a 0 per gli ospiti ma la sensazione è che si assisterà ad una ripresa tutta da vedere; mister Di Fiore catechizza a dovere i ragazzi ma, prima di vederne gli effetti, i ragazzi subiscono anche il 3 a 0, grazie ancora ad una disattenzione difensiva che mette l´ attaccante ospite davanti ad un incolpevole Risocaro: il 3 a 0 è cosa fatta ma i ragazzi non mollano e quando La Fata mette dentro a fil di palo la rete dell´ 1 a 3 inizia una nuova partita, che dura 25 minuti e che condensa in così poco tempo tutta una serie di sensazioni ed emozioni che fanno comprendere come tanta gente ami lo sport più bello del mondo....il Calcio. Di lì a poco il nuovo entrato Pizzimenti dopo una percussione trova il modo di fare partire una parabola che si rivela " assassina " per il portiere riberese, che si fa sorprendere per la rete del 2 a 3; il " Santocanale " diventa una bolgia e spinge i ragazzi verso l´ impresa, in campo i ragazzi vanno a mille e gli ospiti accusano la fatica, Pizzimenti si fa espellere ingenuamente ma anche in 10 la musica non cambia e su angolo perfetto calciato da Enna il nuovo entrato Faraone stacca imperiosamente e insacca la rete del 3 a 3, fra il tripudio di compagni e pubblico; peccato che il portiere ospite, stizzito, non trovi di meglio che assestare un gran pugno sul viso di Cincotta, lesto a riprendere il pallone in fondo al sacco per portarlo a centrocampo: grande bolgia, naturale espulsione del portiere ospite e Mauro Cincotta deve fare ricorso all´ ambulanza; portato in ospedale per uno stato confusionale e, dopo la TAC che dà esito negativo, al ragazzo rimane solo un occhio nero, ma la paura è stata tanta e anche questo non contribuisce a dare serenità in campo e fuori, con un direttore di gara sempre più in confusione: 6 minuti di recupero e all´ ultimo assalto si materializza il sorpasso; il calcio d´angolo di Enna serve una parabola perfetta, sul secondo palo il più lesto è Avella, che di testa insacca il 4 a 3, per una vittoria d´altri tempi che premia la volontà e la costanza di un gruppo che sembra incarnare alla perfezione il carattere di chi la guida, suggellando 25 minuti di rara intensità. Il triplice fischio condanna gli ospiti, colpevoli di non avere saputo amministrare un cospicuo vantaggio, ancora più colpevole la ricerca, da parte dei dirigenti ospiti, di questo o quel " cavillo " che, a loro dire, avrebbe condizionato la gara....rimane il 4 a 3 e la grandissima prestazione fornita dai ragazzi, colpevoli solo di non avere affrontato la prima frazione con lo stesso ardore agonistico.


Fonte: Salvo De Lisi

-
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
I miei dati personali saranno trattati dalla società A.S.D. Sport Village Tommaso Natale, titolare del trattamento, con Sede in Palermo, Via Aiace, 101 - Tel. 0916912108.
Potrò contattare la A.S.D. Sport Village Tommaso Natale per conoscere il nominativo dei responsabili del trattamento e degli incaricati.
I diritti di accesso ai dati previsti dall´articolo 7 del D.Lgs. 196/2003, fra cui il diritto di ottenere l´aggiornamento, la modifica e la cancellazione dei miei dati o il diritto di oppormi al loro trattamento potranno essere da me esercitati presso ognuno dei soggetti indicati.
Acconsento al trattamento dei miei dati personali, da me rilasciati nella scheda di registrazione o durante l´uso dei servizi, sia in forma manuale sia in forma automatizzata da parte del titolare e dei responsabili del trattamento medesimo. Riconosco che tale consenso è necessario per usufruire di tutti i servizi offerti sul Sito della A.S.D. Sport Village Tommaso Natale. Acconsento a che i miei dati siano comunicati dal titolare e dai responsabili agli incaricati preposti alle operazioni di trattamento finalizzate alla raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, consultazione ed elaborazione dei dati.
Il trattamento non avrà, comunque, ad oggetto dati sensibili, come definiti dalla legge.
Prendo atto che in difetto del consenso a tali forme di trattamento dei dati, la procedura di registrazione non potrà essere completata nè potrò usufruire di determinati servizi.
I dati essenziali e indispensabili per il suddetto fine sono nome, cognome, ed e-mail. Il mancato conferimento dei restanti dati presenti sulla scheda non pregiudica la procedura di registrazione.
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio